Promozione Umana

X un sì alla vita

Il falso altruismo

« back Notizie | Pensaci Su...

finto altruismo

Il falso altruismo

C’è pure un altruismo falso, mascherato, presente in alcune persone che palesano una generosità calcolata, un perbenismo sofisticato, una modalità relazionale che spesso è scambiata da molti come vincente. Questi soggetti fanno di tutto per ricevere plausi, elogi, riconoscimenti continui. Questa generosità mascherata, purtroppo, è diventata una modalità comportamentale cercata, diffusa, accettata. Trova accoglienza ovunque e ottiene successo nei posti di prestigio. Ci basti un esempio, una donna che vive accanto a un partner narcisista, difficilmente si accorge di vivere per lui, in funzione della sua immagine. Si innamora del personaggio che le piace, la seduce e conquista, tutta la sua vita è a disposizione delle sue richieste, della sua fama. Anzi, con il passare del tempo, il successo del partner è anche il suo. Il narcisista è elegante, attraente, simpatico e la persona che gli sta accanto vive in funzione di lui, abdica ai propri desideri.

La strategia messa in atto 

Il falso altruista è capace di mostrarsi generoso, capace di sacrificarsi per gli altri e la sua strategia è diventare indispensabile, insostituibile. Per farlo, si crea una rete di persone che, nel tempo, hanno dovuto fare affidamento su di lui e per esse si è sacrificato di buon grado, non chiedendo niente in cambio, perché sapeva che solo così sarebbe diventato importante e insostituibile. Nessuno si accorge della "ragnatela" di questo particolare narcisista, perché in molti pensano che sia una persona generosa, solidale, che fa qualcosa per gli altri senza chiedere apparentemente nulla in cambio. La strategia è sempre quella di legare a sé le persone. Se esse poi decidessero di fare qualcosa da sole, troverebbero difficoltà, le farebbe sentire in colpa e metterebbe in atto strategie affinché richiedano il suo sostegno.

Una domanda utile

Chiedetevi, ragazzi e ragazze: quando siete con gli amici, monopolizzate la serata a colpi di battute brillanti? Avete un forte bisogno di essere al centro dell'attenzione, con un pubblico da sedurre e dal quale ottenere "applausi" e conferme? Desiderate dare un'immagine di voi eccezionale, quasi eroica? Se è così, probabilmente soffrite di una forma di falso altruismo. Sulle prime è un tratto di personalità appagante per chi lo vive e seducente per chi gli sta intorno. Alla lunga, però, logora le relazioni intime e sociali, lasciando un senso di frustrazione e profonda solitudine, sia nel falso altruista sia in chi lo frequenta. Questo atteggiamento da bullo si sviluppa nella persona che ha poca stima di sé. Per compensare questa carenza, comincia a vivere in funzione degli altri: vuole piacere, conquistare a tutti i costi e ottenere conferme del proprio valore. Tutto questo diventa un circolo vizioso, nel quale i sentimenti e l'eventuale sofferenza degli altri non contano. Ha valore soltanto il proprio "successo". Mi scrive una diciassettenne: “Io ho bisogno che qualcuno abbia bisogno di me, ecco cosa. Ho bisogno di qualcuno per cui essere indispensabile. Di una persona che si divori tutto il mio tempo libero, il mio ego, la mia attenzione. Qualcuno che dipenda da me. Una dipendenza, come una medicina, che può farti bene e male al tempo stesso”.