Promozione Umana

X un sì alla vita

I GRANDI MAESTRI DELL'UMANITA' - Ada Lovelace

« back Notizie | L'opinione di Don Chino

ada

Ada Lovelace, la madre dell’informatica, stretta collaboratrice di Charles Babbage. I’Incantatrice dei numeri”: così Charles Babbage, il padre dei computer, era solito rivolgersi ad Ada Augusta King contessa di Lovelace, più nota come Ada Lovelace.

 

Ada nasce il 10 dicembre 1815, divenne una delle donne più famose in Inghilterra e in Europa grazie alla sua passione e al suo indiscusso talento per la matematica. A questa disciplina era stata iniziata dalla madre, anche per contrastare la vena poetica e filosofica ereditata dal padre.

 

 Ada dimostrò fin dall’infanzia di subire il fascino dei numeri, anche nelle loro applicazioni pratiche, e della scienza: a otto anni completò uno studio sulle abitudini della sua gatta, a dieci progettò un sistema che le permettesse di volare, a undici si dedicò a osservare il moto di Giove in cielo, come Galileo. Questo nonostante una salute estremamente cagionevole che la costringeva a passare ripetutamente diversi mesi bloccata a letto.

 

Sviluppò uno stretto rapporto con Mary Somerville, famosa ricercatrice scientifica del diciannovesimo secolo, che le fece conoscere altri ricercatori e matematici britannici di fama. Ada Lovelace non era interessata solo alla matematica, uno dei suoi obiettivi (mai realizzati) era quello di trovare un modello che potesse spiegare il funzionamento del cervello e delle sensazioni nervose.

Nell’estate del 1835 si sposò con William King, che tre anni dopo sarebbe diventato primo conte di Lovelace e con cui ebbe tre figli. Divenne un’assidua ospite a corte e si fece conoscere soprattutto per le proprie conoscenze scientifiche.

Negli anni Quaranta dell’Ottocento tradusse in inglese la relazione su un seminario a riguardo di una macchina analitica, che il suo amico Charles Babbage aveva tenuto presso l’Università di Torino.

Le occorsero circa nove mesi di lavoro per preparare la traduzione, che fu successivamente pubblicata su alcune riviste. Oltre un secolo dopo, nel 1953, le note di Lovelace sulla macchina analitica di Babbage furono ripubblicate, rendendo molto famosa Ada.

L’algoritmo di Ada è considerato il primo programma per computer concepito nella storia, e poco importa se fu ideato in un’epoca in cui i computer non esistevano e c’erano solamente alcuni loro precursori, come la macchina analitica di Babbage.

Ada Lovelace morì all’età di 36 anni il 27 novembre del 1852 a causa di un tumore all’apparato urinario.

Una grande matematica inglese, studiosa del computer prima che esistesse il computer.