Promozione Umana

X un sì alla vita

“La farina del diavolo va in crusca”

« back Notizie | Pensaci Su...

soldi e successo

Un detto popolare afferma che “la farina del diavolo va in crusca”. In altre parole, i soldi avuti male vanno a finire male. E’ “farina del diavolo” tutto ciò che si ottiene per furto, per usura, per imbroglio, per raggiri di potere. Mi sono permesso d’esprimere il mio parere negativo sul maltolto delle tangenti, degli imbrogli e, una signora che stringeva tra le braccia il suo amato cagnolino, interferì inviperita: “Lei signore vive tra le nuvole!”.  “Grazie per la diagnosi – risposi - ma rimango del mio parere”. 

Noi, con qualche lustro sulle spalle, che non abbiamo avuto l’occasione di crescere con “il sedere nel burro” tifiamo solo per quei soldi frutto della nostra fatica e lavoro. Se qualcuno ci considera poco avveduti e poco furbi, pazienza. Restiamo sempre convinti che i soldi che provengono da qualsiasi imbroglio danneggino la propria dignità.   

Se poi s’aggiunge che la giustizia funziona solo per gli squattrinati, il quadro è completo. Mi spiego. La giustizia con un “colpetto di spugna”, a volte, assolve gli imputati eccellenti pronti a lasciare il posto nelle carceri affollate ai detenuti comuni.  La giustizia funziona come la fisarmonica: si allarga e si strige, ciò dipende se chi è giudicato è potente o miserabile. 

Perbacco, i soldi fanno davvero miracoli: rendono felici, fanno divertire, abbelliscono l’immagine.  I nostri interventi correttivi, moralizzatori, rischiano di essere inefficaci se non teniamo presente che ogni modifica di costume sociale è lenta, faticosa e non sempre possibile se non si interviene sul pensiero, sulle abitudini, sui latrocini dei cittadini che contano. 

Se posso dare un consiglio a chi pensa che l’avere foraggi l’essere, eccolo: visitate un cimitero, fermate lo sguardo su alcune lapidi, leggete il nome e cognome. I cimiteri sono pieni di persone importanti!  Che vuol dire? Che l’iniquo mammona, lì in quel posto, non conta più. Sadico? No realista … Nemmeno servono tanti metri quadri di spazio per contenere il corpo esanime del famoso personaggio...