Promozione Umana

X un sì alla vita

I GRANDI MAESTRI DEL’UMANITA’ |Zarathuštra

« back Notizie | L'opinione di Don Chino

Zarathuštra

Non si conosce con precisione il luogo e il periodo in cui è vissuto il profeta iranico Zarathuštra. Gli studiosi collocano il personaggio storico Zarathuštra tra l'XI e il VII secolo a.C. L'area geografica in cui si ritiene possa aver vissuto e predicato il profeta iranico è compresa tra gli odierni Afghanistan e il Turkmenistan. 

L'incontro del profeta con Dio avvenne a trent'anni, quando Zarathuštra, bagnandosi nel mezzo del fiume Daitya per le purificazioni rituali del mattino prima del sacrificio dell'Haoma, risalendo sulla riva incontrò una figura luminosa che si presentò a lui come Vohū Manah (il "Buon Pensiero” l'angelo o l'arcangelo che lo rapì portandolo nel cielo al cospetto del Dio unico.  

Sette saranno gli incontri tra il profeta e il suo Dio, il quale gli consegnò la "rivelazione" ordinandogli di diffonderla nel mondo. Ma nel mondo Zarathuštra incontrò l'ostilità dei sacerdoti (i malvagi karapan, i mormoratori, e gli usig i sacrificatori di quella che da quel momento egli considerò la vecchia e falsa religione). 

Gli dei di essa, i Daēva, non erano altro per Zarathuštra che demòni, seguaci dello spirito del Male, Angra Mainyu. Così il profeta fu costretto a fuggire dalla sua terra natale e a trovare rifugio presso il kavi Vīštāspa, uno dei principi (o il re) della Battriana. Qui, dopo alcune peripezie, il profeta all'età di quaranta anni convertì il principe alla "nuova" fede religiosa. Quest'ultimo divenne il suo protettore.  

All'età di 77 anni, secondo alcuni racconti, Zarathuštra fu assassinato da un uomo malvagio, un karapan di un clan turanico mentre pregava, salendo dopo la morte direttamente in cielo. Sempre secondo le tradizioni, oggi il suo seme è raccolto nel lago di Kansaoya e quando gli esseri malvagi saranno separati da quelli buoni, una vergine si bagnerà nel lago rimanendo incinta e partorirà il (o i) saošyant (lett. il "salvatore") che sovrintenderà alla fine dei tempi e al rinnovamento del mondo. 

Alcune immagini e vicende del profeta Zarathuštra, richiamano il Vangelo: l’incontro con Dio del profeta a trent’anni; l’arcangelo che lo rapì portandolo in cielo; la separazione dei buoni dai malvagi; una vergine che si bagnerà nel lago rimanendo in cinta e partorirà il salvatore.  

Questo profeta divenne famoso per le affermazioni a lui attribuite nel libro di  Nietzche Così Parlò Zarathustra: “Così parla ogni grande amore: il quale supera anche il perdono e la compassione. Bisogna tenere fermo il proprio cuore; poiché, se lo si lascia andare, ben presto se ne va via anche la testa…”. “O uomini superiori, non ci sono uomini superiori, noi siamo tutti uguali, l’uomo è uomo; davanti a Dio, siamo tutti uguali…”.