Promozione Umana

X un sì alla vita

Il nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

« back Notizie | L'opinione di Don Chino

opinione mattarella

Noi cittadini abbiamo una sola attesa che sia un Presidente che abbia a cuore tutti i cittadini ricchi e poveri, appartenenti ai diversi schieramenti politici. Si dice che è una persona leale, onesta. Bene, una presenza utile per buttare in questa società in cui la moralità spesso viene meno, una ventata di giustizia. C’è bisogno di un Presidente della Repubblica che dica a tutti i politici di essere impegnati a far crescere una società più equa e giusta. 

Saranno i fatti a qualificare il nuovo Presidente degli italiani, le parole e gli elogi di oggi verranno confutati dalla sua imparzialità. Si è parlato in queste ultime settimane di un capo dello Stato al di sopra delle parti. Speriamo che sia tale e che i giochi politici che purtroppo ci sono non lo inquinino. Per non essere compromesso dai giochi di potere è bene che si presenti autorevole e sensibile, forte e comprensibile, ma mai schierato a sinistra, a destra al centro e dintorni. 

Ami la gente come fece Sandro Pertini, faccia sentire a tutti, specialmente a quelli che non contano e sono emarginati, la sua attenzione e vicinanza. Sappia dare alle sue parole e scelte lo spessore della verità e la forza  e speranza del bene comune. 

Scriveva Sandro Pertini da Presidente della Repubblica: “Non mi meraviglia niente. So che il mio modo di fare può essere irritante. Per esempio, poco tempo fa mi sono rifiutato di firmare il decreto di aumento di indennità ai deputati. Ma come, dico io, in un momento grave come questo, quando il padre di famiglia torna a casa con la paga decurtata dall’inflazione… voi date quest’esempio d’insensibilità? Io deploro l’iniziativa, ho detto. Ma ho subito aggiunto che, entro un’ora, potevano eleggere un altro presidente della Camera. Siete seicentoquaranta. Ne trovate subito seicentocinquanta che accettano di venire al mio posto. Ma io, con queste mani, non firmo”. 

Un  atto esemplare di giustizia.