Promozione Umana

X un sì alla vita

Una chiave da non perdere

« back Notizie | Pensaci Su...

La chiave da tenere sempre appresso e non smarrire è quella della speranza.       Mai come adesso necessita un allenamento quotidiano per guardare al futuro con fiducia. Nei momenti difficili, un atteggiamento d’attesa risveglia le energie interiori e fa superare gli ostacoli, le difficoltà, le sofferenze. 


Chi investe le proprie energie umane e spirituali, è sempre vincente, anche se i risultati si fanno attendere.  Al contrario, i piagnistei e gli uccelli del malaugurio, sono spesso vittime delle normali difficoltà. In alcune circostanze, basta una spintarella, perché la “batteria” della speranza torni a ricaricarsi e tutto appaia in una luce più gradevole e promettente. 

Non costa niente a sperare in un futuro bello e attendere con fiducia gli eventi, attrezzati d’ottimismo, buonumore e, di fiducia in quel Dio che non “turba mai la gioia, se non per preparare ai suoi figli un futuro più bello. 

Senza la speranza e la fiducia in un futuro migliore, il presente non servirebbe a nessuno. E’ nell’attesa che la nostra mente ci fa sentire vivi, vigilanti e in cammino verso qualcosa di più. Non importa se poi saremo costretti sempre a prospettare un domani migliore, come bambini in balia dei sogni.

Il presente, infatti, non basta a nessuno perché la nostra mente è insaziabile e abbellisce il futuro, liberandolo dai limiti, dalle prove e sofferenze. La speranza ci mette persino davanti in anticipo le diverse difficoltà che dovremo affrontare, preparandoci a superare gli ostacoli attraverso una certa predisposizione interiore. La speranza,  non può mancare come scorta del nostro viaggio e segno di una vita semplice e normale.   

Le giornate che ci attendono dobbiamo viverle intensamente per ottenere il meglio. Verifichiamo pure la qualità dei nostri rapporti, ma soprattutto evitiamo di “sporcarci” di quella patina di pessimismo che spegne gli slanci e rattrista.  “Fin quando c’è vita c’è speranza”, dice un proverbio popolare. In altre parole, la possibilità di rifarci.   

Frequentiamo quindi persone semplici e serene che vanno verso il futuro cantando la vita. Tutti portiamo appresso un fardello di preoccupazioni e di problemi da risolvere. Non possiamo però sacrificare i nostri compagni di viaggio come facchini. Qualcuno ci ha consigliato di prendere con rassegnazione la propria croce evitando i lamenti inutili.   

Questo suggerimento purtroppo lo riteniamo difficile e quasi impossibile. Basterebbe non mettere i nostri problemi sotto le lenti d’ingrandimento e lasciare che la nostra mente s’impegni a risolverli. E’ questo un modo per vivere con semplicità e normalità il presente e preparare un futuro migliore, se è possibile.