Promozione Umana

X un sì alla vita

La fiera dei corpi

« back Notizie | Pensaci Su...

La bellezza fisica è desiderata, ammirata, idolatrata in tutte le culture. Fonda le sue motivazioni in fattori estetici  universalmente accettati. E’ dunque una forza strategica, segreta e sfolgorante che guida le persone nelle scelte. Di qui la ricerca dell’elisir di una bellezza perenne, la scelta di rifarsi il corpo, di possedere la pillola per non invecchiare mai. I clinici avrebbero in cantiere il farmaco contro il decadimento fisico. L’annuncio ha trovato l’opinione pubblica interessata, anche se l’inattendibilità scientifica che spesso accompagna queste notizie, ci dovrebbe almeno consigliare la prudenza. Un corpo, con tutti gli accorgimenti possibili, può solo rimediare a qualche imperfezione o ritardare il suo avvizzimento. Anche le illusioni si vendono e possono solo illudere quelle persone che non hanno mai rapportato l’età reale a quella mentale. La nostra mente deve lentamente accettare il corpo che invecchia: solo così si prevengono i traumi psichici, i rifiuti somatici, le crisi depressive. Le persone che lottano e ricorrono a tutti gli accorgimenti per non invecchiare e essere belle e attraenti, sono molte. Sono parecchi i tifosi dell’elisir dell’eterna giovinezza, indaffarati negli interventi sul proprio corpo, per cambiare immagine o raggiungere forme sessualmente attraenti. Sostengono che il corpo rifatto è una correzione necessaria per supplire ai difetti di madre natura o dell’età.. Non ho niente da obiettare se gli interventi sono necessari per raddrizzare il naso, correggere un labbro, trovare il modo per assicurarsi i capelli in testa, alleggerire la stazza. Il disappunto nasce di fronte a quei tentativi assurdi che vogliono, a tutti i costi, confezionare nei laboratori estetici un corpo perfetto, senza difetto alcuno o pretendere di determinare in provetta il sesso del nascituro e le qualità fisiche, psichiche, atletiche dello stesso.  Il buon senso basta a delegittimare queste ambizioni o tentativi di “clonazione”. Qualcuno chiama tutto ciò progresso, qualificazione umana, tentativo di raggiungere un corpo  in perfetta forma, un uomo e una donna dotati d’ogni tratto estetico e valoriale. Nell’epoca delle megalomanie tutto si giustifica: i seni al silicone, le labbra tumefatte, le natiche turgide e altro. I media pubblicizzano questi rifacimenti scientifici con orgoglio e assicurano, in futuro, un corpo perfetto. I proseliti del miracolo fisico e psichico non si fanno attendere, nonostante i costi e i rischi. Sembra che ci sia una lista d’attesa cui sottoporsi prima del lieto evento e, per i candidati, sicuramente  comporta stress, ansia e anche conflitti psichici. Non sottovalutiamo inoltre i rischi di questa corsa ai rifacimenti.  La fiera dei corpi in perfetta forma è pericolosa: espone solo i belli, e non i meno belli, figuriamoci i brutti! Ciò a scapito di una convivenza vera che non si ferma all’immagine, alla forme estetiche ma valorizza ogni persona. Mi disse una signora che di restauro straordinario e ordinario ne sapeva qualcosa: “Gli uomini si attirano con il corpo, solo dopo serve la mente”. Non le ho risposto…  don Chino Pezzoli